Pensieri di metà Luglio

Adorato mare, se non ci fossi tu!
Adorato mare, se non ci fossi tu!

Una pensa che avendo più tempo libero possa scrivere più post, ma poi scopre che non è così. Il ritmo è sempre quello, un misero post alla settimana. E’ che l’estate, che a me piace tantissimo, ha anche i suoi lati negativi. Non per il caldo, che è normale! Normale che il 15 luglio per il Carmelo ci sia un caldo soffocante. Non capisco tutto questo clamore, la notizia vera sarebbe quella che facesse freddo. Ma è una notizia che in Italia ci sia un maggior consumo di bibite e gelati, o raddoppio di vendite di ventilatori e di condizionatori a luglio e agosto? Sarebbe clamoroso se nevicasse o dovessimo accendere le stufe! O se dovessimo tirar fuori le coperte! D’altronde l’aspettiamo per questo! Basta attrezzarsi e smettere con le lamentele, che poi sentirle dagli altri sono estremamente fastidiose e fanno aumentare la percezione del calore di almeno altri cinque gradi!

Comunque dicevo che l’estate, come tutte le stagioni, ha i suoi lati negativi. A me, ad esempio, passati i primi quindici giorni in cui mi sono riposata e sistemato le cose in pendenza, mi viene una certo malessere, in quanto ho tanta energia e vorrei fare, andare, ma non da sola in compagnia. Ma Mylove lavora e se fosse per lui si starebbe a casa anche la domenica. Le mie amiche hanno i loro impegni lavorativi o famigliari e mal si conciliano con il mio tempo libero estivo. Non posso stare tutto il giorno attaccata al pc, o leggere, o fare le faccende! Quest’anno, come mi ero ripromessa sto andando al mare anche  senza Mylove, ma vado in compagnia della mia famiglia. Non che mi annoi, anzi, facciamo un cabaret degno di una compagnia teatrale, ma ho bisogno di fare qualcosa di nuovo che mi tenga occupata senza impegnarmi più di tanto. Non posso certo fare come una mia encomiabile collega, che organizza l’oratorio estivo, e si tiene occupata fino ad ferragosto: arriverei a scuola in condizioni pietose. Mi chiedo come faccia, anzi lo so perché lo vedo, ma non siamo tutti uguali.

Quest’anno ad aggravar la situazione ci si è messa pure una mega bolletta dell’acqua. Purtroppo avevamo una perdita occulta che ha fatto girare il contattore. Seppur si avrà  uno sconto e la rateizzazione, non credo riusciremo a fare il viaggio, che stavo organizzando proprio quando è arrivata la ferale notizia. La cifra è abbastanza importante, uno stipendio mensile. Questo cosa mi fa venire le lacrime agli occhi ogni volta che ci penso, cioè sempre. Anzi, ora sto pure benino. I primi giorni ero uno straccio e pensavo di riuscire a fare tutto. Ma non si può. Uno si ammazza di lavoro, cerca di risparmiare e non sprecare un goccio d’acqua e invece niente! Spero di   riuscire almeno ad andare all’Expò. C’è tempo fino ad ottobre. Magari riusciamo ad organizzare un fine settimana. Non vorrei proprio perdermelo. Non voglio arrendermi. Ed è questo che mi fa andare avanti in questo momento.

 

 

Annunci

10 pensieri su “Pensieri di metà Luglio

      1. E’ in programma infatti, mio marito ha fatto così uscendo dal lavoro, vediamo settimana prossima, questa era dedicata al riordino della casa lavatrici post rientro. Bacione

    1. Non è che non so come trascorrerle, ma non posso farlo per un motivo o un altro. Cose da fare ne ho molte, è la compagnia che mi manca! Tu dirai, falle da sola, ma non è la stessa cosa! Certo che non aver ferie, come te, non è bello e soprattutto non è giusto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...