Se questo è l’inizio della Buona scuola.

Come mi capita ad ogni primavera, ho un calo fisiologico di post sul blog. Tante cose sono successe in queste due settimane di assenza. La strage dei  900 migranti, gli insulti vergognosi a Gianni Morandi per il suo post su fb, il 25 aprile e il suo significato, le faccende personali. Insomma tanti argomenti, ma zero parole.

Parole che però oggi vengono fuori con rabbia e incredulità. Per chi non lo sapesse il 5 maggio ci sarà lo sciopero nel mondo della scuola indetto da sei sigle sindacali. Il giorno è stato scelto perché ci saranno le prove d’italiano dei test invalsi nella scuola primaria. Si profila una giornata memorabile perché dopo anni i sindacati sono tutti uniti per dire no ad una riforma veramente pessima, che non migliora affatto la qualità del nostro sistema d’istruzione, ma che decisamente lo peggiorerà.  Il ministero oggi  ha deciso di far slittare di un giorno le prove invalsi.

Sono addolorata perché avevo veramente creduto nelle buone intenzioni del governo. Ho partecipato, dopo aver letto il dossier sulla Buona scuola, alla consultazione online. Ho dato il mio parere e ho proposto dei miglioramenti. Ho partecipato anche all’incontro tenuto a Cagliari con il sottosegretario all’istruzione. Non mi sono agitata, non ho alzato la voce, ho fatto parlare e ho ascoltato. Non sono una squadrista. Ma ciò non vuol dire che sono d’accordo su quello che stanno proponendo. Neanche un po’. Trovo che tutti i punti proposti peggiorino ulteriormente una scuola pubblica che già è in sofferenza.

Non è più solo questione di lavorare di più o di meno, o di preside manager o scuola azienda. E’ questione di offendere l’intelligenza delle persone, di togliere agli insegnanti anche quel poco di autorevolezza che è rimasta.

La misura era già colma, ma oggi ha tracimato. Per via di questo spostamento delle prove invalsi. Non ho parole. Non sono certa che possano farlo senza avere conseguenze. Come minimo c’è un comportamento antisindacale. Mi sento come se mi fosse passato un trattore sopra.  Se lo avessero fatto quando c’era B sarebbe venuto giù il Ministero.

Ma cosa credono di ottenere? Anche Pirro ebbe la sua vittoria. Si sa anche come andò a finire.

 

Annunci

2 pensieri su “Se questo è l’inizio della Buona scuola.

    1. Gli scioperi sono organizzati in quelle date anche per boicottare le prove. Io non avevo mai scioperato. Ma quest’atteggiamento fa diventare leoni anche le pecore!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...