La strada fatta in 100 post

Passeggiata a Su Siccu. Cagliari
Passeggiata a Su Siccu. Cagliari

Cento post in un anno.  Una media di un post ogni tre giorni. WordPress mi dice che sono una blogger prolifica. Pensavo il contrario. Va bene così, due – tre post alla settimana. Non ho l’ansia del post a tutti i costi. Qualche volta potrei scrivere delle belle cose, invece non lo faccio e poi mi pento.

A fine mese saranno quattro anni di blogsfera, tre con il blog e la vita precedente, e uno in questa nuova piattaforma. E’ stato un anno bello. Un anno di ascolto e di vita. Un anno in cui ho scoperto che quello che poteva essere un handicap, essere coppia senza figli, è invece una bella cosa. E’ bello guardare gli occhi di un bambino e pensare solo a lui e non a chi manca. E’ bello tornare a casa, dopo una mattinata a scuola, e trovare il silenzio del tuo focolare. E’ bello leggere quando vuoi senza essere interrotta. E’ bello riscoprire Mylove e ritrovare un compagno di vita. E’ bello provare tutta questa leggerezza senza sentirsi minimamente in colpa per quello che non è stato.

Grazie a tutti quelli che sono passati di qua e hanno lasciato un segno. Grazie a quelli che sono passati in silenzio. L’importante è passare. Grazie se vorrete tornare:

ci saranno altre battaglie da combattere, altra vita da vivere, altre risate da fare.

Annunci

16 pensieri su “La strada fatta in 100 post

    1. Trovato! Ho imparato a buttare ogni tanto l’occhio sulla spam, mi sarei persa il tuo commento. Grazie per essere passata da qui lasciando traccia. In effetti viaggio un po’ controcorrente, mi sento molto positiva. Lascio ad altri i vari piagnistei. La vita è una e bisogna godersi quello che c’è, se non c’è lo inventiamo.

  1. Bello sentire un bimbo piangere tutta la notte sapendo che tu in quella casa sei solo in vacanza per qualche giorno, bello non dover cambiare pannolini sporchi, bello non dover usare le ferie per fare da infermiera a un bimbo con il morbillo, bello vedere 14enni in giro con minigonna e tacchi alti e sapere che non sono tue figlie, bello andare a letto il sabato sera con le auto chiuse in garage e non in mano a un neo patentato e la sua banda di amici…dai, poteva succederci anche questo!!!! Consoliamoci con un sospiro di sollievo!!!! Baci e buona estate

    1. Oh, che bello che sia tu, proprio tu a commentare questo post. Ti seguo sempre sai, in silenzio e con la preghiera, ma ci sono e seguo la vostra strada.Seguitela tutta tutta. Intanto io traccio un altro sentiero. Baci

      1. Eppure, a causa della scelta di percorrere la mia strada, sono spesso giudicata. Ognuno di noi ha la sua strada. Come faccio a spiegarlo?

      2. Sarò brutale, ma secondo me non devi più spiegare niente a nessuno. Chi ha capito, ha capito, chi non ha capito, peggio per lui o lei. Fatti scivolare tutto e prosegui la tua strada senza curarti di loro. Non avvelenarti ili sangue. Un abbraccione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...