Maestra dentro. Le scuse

Il bambino che, come ho detto nell’ultimo post, mi aveva pesantemente insultato per iscritto perché aveva preso una nota sul diario, si è scusato. Come richiesto espressamente, mi ha dato una lettera di scuse: un foglio di quaderno a quadretti, scritto in italiano perfetto, nel quale ha ribadito più volte di aver sbagliato e di essersi pentito. Quelle cose non le pensava veramente e vorrebbe tanto tornare indietro, ma non può. Spera che io lo perdoni.

Inutile dire che ho pianto, e non posso leggerla ancora visto che ogni volta mi fa lo stesso effetto. Pure le colleghe che la leggono finiscono con gli occhi lucidi.

Siamo stati bravi, lo dobbiamo riconoscere e dire senza falsa modestia. Ho trovato il modo giusto di agire e anche la famiglia è stata in gamba. Non lo ha picchiato, ha ragionato e parlato nei giusti modi al bambino. Credo che noi adulti abbiamo dato un bell’esempio: non ci siamo fatti prendere dalla rabbia, cosa che contestavamo al bambino, e gli abbiamo fatto capire che la rabbia è un sentimento e non si decidere cosa provare nel cuore quando ci capitano le cose, però possiamo fermarci e decidere come reagire. Siamo esserei umani, non bestie.

Sono contenta, veramente. E’ stato un bel momento di Grande Educazione. Lo terrò sempre in serbo. Ora tocca a me scrivergli che le sue scuse sono state accettate e che sono fiera di lui.

Annunci

8 pensieri su “Maestra dentro. Le scuse

  1. Cara Speranza, che bello. Se tutti gli insegnanti fossero come te! Continua così, per i bimbi ma anche per le loro famiglie!

    1. Grazie! Credo di essere arrivata alla maturità professionale, pur sempre con limiti e difetti. Ma mentre prima li temevo e mi sentivo in colpa, ora li riconosco e cerco di superarli con i pregi!

  2. quando leggo i tuoi post mi sento più sollevata al pensiero che esistono delle maestre come te. Non mollare…e grazie a nome di tutti i bambini passati, presenti e futuri,.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...